Come viaggiare spendendo poco

Viaggiare e spendere poco sembra impossibile. Eppure si può organizzare un viaggio low-cost con la possibilità di risparmiare ma senza rinunciare a nulla. Quelli che troverai di seguito sono i consigli che ti permetteranno di viaggiare più di una volta all’anno senza svenarti (o quasi).





Organizza il tuo viaggio low-cost

Le agenzie di viaggio: hanno davvero buone offerte?

Se vuoi viaggiare senza spendere più del dovuto, devi evitare di affidarti alle agenzie di viaggio. A parte pochi casi (davvero pochi), e a meno di veri last-minute o last-second, trovare buone offerte in agenzia non è possibile.Quindi preparati a diventare un esperto di viaggi fai-da-te. Oggi, viaggiare organizzando il proprio viaggio è diventato molto semplice, e grazie al web possiamo accedere ad una infinità di risorse che ci aiuteranno in questa impresa.
Attenzione però. Organizzare un viaggio da soli significa non avere nessun riferimento nel caso qualcosa dovesse non andare nel verso giusto. Quindi, se non sei una persona pronta ad affrontare l’imprevisto (in ogni caso comunque risolvibile) affidati a chi può darti un riferimento 24 ore su 24.

Quando organizzare un viaggio: i periodi con le migliori offerte

Per viaggiare ottimizzando i costi, i periodi sicuramente da preferire sono quelli di bassa stagione. Non necessariamente questi periodi sono quelli meno belli, anzi, spesso sono i periodi in cui puoi goderti al massimo il viaggio, soprattutto per quanto riguarda le condizioni climatiche e il caos dei turisti. Quindi prediligi i periodi non turistici e troverai grossi sconti sia per i voli che per gli alberghi. Valuta sempre le condizioni climatiche nel periodo scelto: visitare un luogo esotico nel periodo dei monsoni o degli uragani non è proprio una buona idea, a meno che tu non sia un cacciatore di uragani!



Pianifica il viaggio

Ogni viaggio fai-da-te deve essere sempre accompagnato da una pianificazione. Partire senza un ben preciso piano di viaggio significa sprecare risorse e tempo. Aver pianificato il viaggio ti permette inoltre di evitare una serie di fastidiosi problemi e contrattempi. Quindi, scegli il periodo, prenota il volo, decidi cosa visiterai e cosa farai durante il tuo viaggio. A questo punto potrai prenotare gli alberghi, gli eventuali mezzi di trasporto e biglietti di visite e spettacoli in base al piano di viaggio fatto.

Quando scegliere il volo

Una volta pianificato l’itinerario di viaggio, si passa alla fase che prevede (ahimè) la priva vera spesa: la prenotazione del volo. Online trovi diversi servizi di comparazione prezzi che ti propongono le soluzioni più economiche, comode o veloci. Il servizio che noi normalmente utilizziamo è Lol Travel: i voli per la California e il Giappone sono stati prenotati proprio attraverso questa piattaforma, riuscendo a trovare offerte davvero convenienti.
[Consiglio] Conviene fare shopping in volo. I cataloghi di volo delle compagnie aeree propongono sconti fino al 70% su prodotti come profumi, orologi, elettronica e bellezza. Magari nel viaggio di ritorno, un po’ di in-flight shopping concluderà nel migliore dei modi il tuo viaggio.

Dove alloggiare: come scegliere alberghi o appartamenti

Prenotato il volo, lo step da cui inizia tutto, ci si può dedicare subito alla ricerca degli alloggio. Devi innanzitutto tenere conto di una cosa: gli alberghi all’estero non hanno la stessa attenzione al servizio che puoi trovare in Italia. Mi spiego meglio: la pulizia, l’organizzazione e la qualità, a parità di categoria, sono nettamente inferiori all’offerta italiana. Per questo motivo è meglio non scendere sotto le 3 stelle, a meno che tu non sia una persona estremamente adattabile e pronta all’imprevisto. Ovviamente, questo potrebbe far salire il prezzo, ma c’è la soluzione. La scelta dell’albergo deve essere ponderata su due fattori: la vicinanza al punto della città che ti permette di muoverti agevolmente e il costo. La soluzione che ti permette di avere un ottimo fattore qualità-prezzo è quella di prende l’albergo a circa 1 km – 1,5 km dal punto di riferimento della città, e di categoria 3 stelle: in questo modo non rinuncerai alla qualità e sarai abbastanza vicino a ciò che ti interessa. Prendere alberghi fuori mano sicuramente aumenta il risparmio, ma poi bisogna fare i conti con le spese per gli spostamenti. Una valida ed economica alternativa sono gli appartamenti ad uso turistico, facilmente reperibili attraverso piattaforme online. In entrambi i casi, prima di prenotare l’albergo è consigliato visitare il sito e leggere le recensioni per evitare sorprese. Di sicuro non possono darti una sicurezza al 100%, ma possono aiutarti a scegliere la soluzione più adatta.



Prepara la valigia: lascia spazio per i tuoi acquisti

L’errore che si commette più spesso nel preparare la valigia è quello di portare con se cose che non si useranno. Riempire la valigia “tanto c’è spazio” equivale a togliersi la possibilità di fare acquisti nel luogo che visiterai. Sicuramente è corretto viaggiare con ciò che ci serve e qualcosa extra di emergenza ma, in base a quanti giorni starai in viaggio, preparerai la tua valigia. Per viaggi lunghi. inoltre, devi tener conto che l’abbigliamento può essere lavato e riusato, quindi è totalmente inutile portare con se l’intero guardaroba! Viaggiare significa anche essere pratici, e soprattutto avere abbigliamento comodo e versatile.
Di solito gli accessori occupano un bel po’ di spazio in valigia. Ne esistono in commercio molte varianti da viaggio che permettono di ridurre l’ingombro. Ad esempio, chi non può far a meno del phon e del diffusore, può optare per un diffusore in silicone universale da applicare ai phon già presenti negli alberghi. Immancabile un adattatore universale da viaggio per caricare smartphone e macchine fotografiche, che ti permetterà di non avere più il problema di dover adattare i tuoi apparecchi elettronici secondo le diverse prese che ogni Paese utilizza. Altra buona idea per occupare meno spazio possibile e tenere ordinati e al sicuro i prodotto per la cura del corpo, è un beauty case da viaggio, meglio se con gancio che permetta di appenderlo ovunque.
La scelta del trolley è essenziale in quanto bisogna tenere in conto più caratteristiche. Innanzitutto, per i voli low-cost ci sono delle misure massime da rispettare, altrimenti potremmo pagare un sovrapprezzo sul biglietto. Poi deve essere leggero e con una buona mobilità, ma allo stesso tempo resistente. Tenendo conto che ci potrebbe capitare di doverlo imbarcare come bagaglio da stiva, suggeriamo di non acquistare trolley troppo costosi perché potremmo avere la brutta sorpresa, una volta arrivati a destinazione, di trovare il bagaglio graffiato o lesionato, e sarebbe un vero peccato! In circolazione esistono molti trolley con un livello qualità-prezzo molto interessante. Noi abbiamo scelto un trolley da circa 35€ che rispecchia al 100% tutte le nostre esigenze.
Una piccola chicca extra, un vezzo che identifica il viaggiatore che è in te, e che può comunque essere importante per individuare il tuo bagaglio, è l’etichetta per valigia. In rete se ne trovano tantissimi modelli e di tutti i prezzi. Noi non potevano non scegliere questa targhetta per valigia!

Come muoversi durante il viaggio

Uber, metropolitana e bus sono i mezzi di trasporto che ti offrono la possibilità di muoversi a costi contenuti. Da qualche anno abbiamo scoperto che Uber è spesso un mezzo di trasporto economico e disponibile a tutte le ore. Uber non è presente sempre in ogni paese, ma quando lo trovi può risultare anche più conveniente della metropolitana. La metropolitana la trovi un po’ ovunque, e spesso collega anche l’aeroporto con il centro della città (vedi Lisbona e Valencia), una comodità non indifferente e di certo economica rispetto al classico taxi. In posti come New York, dove la metro funziona 24 ore su 24, diventa indispensabile e il miglior mezzo di trasporto per visitare la città.Tieni in considerazione anche i bus (che abbiamo utilizzato molto a Lisbona) che spesso propongono corse a poco prezzo e ti permettono di visitare luoghi fuori mano. Ad esempio, a Cracovia abbiamo utilizzato dei minibus per visitare Auschwitz, con pochi euro abbiamo percorso un bel po’ di chilometri.



Guide e app per smartphone

Come avrai già letto, per i nostri viaggi facciamo molto affidamento sulle guide di Lonely Planet e in certi casi anche a quelle di Marco Polo, ma utilizziamo molto le app per smartphone.

  • Navigatore. Oltre a quelle che puoi trovare già presenti sullo smartphone (Google Maps) è consigliabile averne anche una che funzioni senza connessione internet, soprattutto se si viaggia fuori Europa ed in auto. In California abbiamo attraversato vari parchi ed il deserto senza alcuna connessione alla rete;
  • Uber. Se vuoi utilizzare il servizio di trasporto in auto devi scaricare l’app. Va associata una carta di pagamento. Per utilizzarla basta inserire la tua posizione e l’app fornirà sulla mappa tutte le auto disponibili e il costo della singola corsa. Uber mette a disposizione diverse tipologie di veicoli, quindi c’è la possibilità di cercare anche veicoli con capienza maggiore. La convenienza di Uber sta nella possibilità di condividere il viaggio, o parte di esso, con altre persone, per questo risulta essere così conveniente;
  • Metro e bus. Ogni città, o perlomeno la maggior parte di queste, ha delle app gratuite per smartphone che ti aiuteranno ad utilizzare nel modo più semplice i mezzi di trasporto pubblici. Le app mettono a disposizione le intere mappe dei collegamenti urbani ed extraurbani e gli orari;
  • Guide. Le guide delle città e delle attrazioni ti aiuteranno a visitare in modo intelligente i luoghi scelti. Sulle app potrai trovare orari, prezzi e consigli, addirittura scoprire itinerari che non avevi previsto. Le app cittadine inoltre ti suggeriranno dove e cosa mangiare, gli eventi, i luoghi di interesse e le abitudini degli abitanti, per immergerti al 100% nel tuo viaggio.

Dove e cosa mangiare

Una delle regole del buon viaggiatore è quella di immergersi al 100% nelle abitudini locali: solo così puoi sentirti parte del mondo e vivere davvero il tuo viaggio. Proprio per questo, se sei in viaggio, devi assolutamente assaggiare la cucina locale: potresti stupirti di come le abitudini culinarie di altri Paesi possano essere di tuo gradimento. Quindi è preferibile cercare locali e locande che possano offrirti le specialità del posto, provare le pietanze e lo street food, bere i vini, le birre, le bevande e i liquori di produzione locale.

Viaggi economici in Europa: stacca la spina per qualche giorno

Abbiamo viaggiato molto in Europa: Spagna, Irlanda, Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca, Lituania, Portogallo, Olanda, Croazia, tornando in alcuni posti anche più volte, ed abbiamo potuto renderci conto in quali di questi si può trascorrere qualche giorno senza spendere molto. Ovviamente, le valutazioni fatte riguardano volo, alloggio, cibo e attrazioni da visitare. Nell’est Europa abbiamo trovato un ottimo rapporto qualità prezzo in Polonia (Varsavia e Cracovia) e in Ungheria, mentre nella parte ovest sicuramente il Portogallo e la Spagna (Valencia e il sud). Per queste destinazioni puoi trovare, muovendosi per tempo, voli molto convenienti (Varsavia 19,90€ a/r) e alberghi ben posizionati e confortevoli a prezzo sotto la media italiana. Per quanto riguarda il cibo, tra street food e locande tipiche del posto, si può mangiare bene e con poco. Quindi, se hai in mente di staccare la spina per qualche giorno (credici, ti farà bene) con un budget di viaggio ridotto, tieni in considerazione queste mete, e non farti problemi a contattarci sui nostri canali social: ti racconteremo tutte le nostre esperienze di viaggio. E’ gratis, approfittane!



Come e quando prenotare le attrazioni

Quando organizzi un viaggio devi tenere conto che, molto probabilmente, tantissime altre persone provenienti da tutto il mondo saranno interessate a visitare musei e luoghi di interesse, e a partecipare a spettacoli e ad eventi, proprio come te. Per questo motivo è consigliato prenotare online le attrazioni che ti interessano con largo anticipo, potreste trovare già tutto esaurito e perdere l’occasione di visitare quel museo, o vedere quello spettacolo che non trovate altrove. Inoltre ti potresti trovare ad affrontare lunghe file per comprare il biglietto, e si sa’, quando si è in viaggio il tempo è sempre troppo poco. La Statua della Libertà, Alcatraz, Cirque Du Soleil, la Galleria degli Uffizi, la Sagrada Familia, gli Universal Studios, sono tutte attrazioni che abbiamo prenotato online mesi prima della partenza, e questo ci ha permesso di visitarle senza problemi. Ovviamente, bisogna valutare bene il giorno, e a volte addirittura l’ora, in cui vorrai visitare tali luoghi, quindi dovrai pianificare in maniera accurata le tue giornate di viaggio. Può sembrare una precauzione esagerata, ma tieni conto che, soprattutto in certi periodi dell’anno, è davvero difficile trovare biglietti per determinate attrazioni (come stava capitando a noi per la visita ad Auschwitz). Quindi, anticipati abbondantemente per l’acquisto dei biglietti.

Assicurazione di viaggio: è necessaria?

Dipende. Ci sono vari tipi di assicurazione, da quella sanitaria, a quella per la cancellazione o ritardo dei voli, furto del bagaglio, annullo volo o prenotazione alberghi. L’assicurazione è consigliata quando ci troviamo di fronte a lunghi viaggi, magari con più cambi di aereo e di alberghi, ma anche quando pensiamo che si possa essere la possibilità di dover annullare il viaggio (in caso di impegni importanti, gravidanze, o altre situazioni che impediscano il viaggio). Facciamo una lista di assicurazioni di viaggio che possono darci maggiore tranquillità quando siamo molto lontani da casa:

  • Annullo volo: costa circa il 10-15% del valore del biglietto aereo e ci permette di annullare il volo con un rimborso quasi totale del biglietto. Esistono assicurazioni totali o parziali per l’annullamento del volo, ed è necessario leggere le condizioni di annullamento per non avere brutte sorprese;
  • Prenotazione con cancellazione alberghi: molti alberghi oggi offrono la cancellazione gratuita della prenotazione, con un sovrapprezzo irrisorio. La cancellazione può essere effettuata anche fino a 24 ore prima. E’ sempre consigliabile leggere i termini per la cancellazione che possono variare da albergo ad albergo;
  • Assicurazione sanitaria: permette di essere coperti in caso di ricoveri, infortuni, consulenze e spese mediche, rientro sanitario nel Paese di partenza. L’assicurazione sanitaria può essere molto importante in caso di viaggi all’insegna dell’avventura, nei quali si praticheranno attività sportive, o in Paesi dove l’igiene può essere carente e si può essere esposti a malattie infettive;
  • Assicurazione sul bagaglio per furto e smarrimento: può capitare di arrivare a destinazione ma il nostro bagaglio ha preso una strada diversa. Non è mai piacevole questa situazione ma l’assicurazione ci assicura il rimborso dei nostri effetti;
  • Rimborso danni bagaglio: se il tuo bagaglio viene danneggiato in maniera da non essere più utilizzabile, è possibile chiedere il rimborso per riparazione o sostituzione compilando un modulo da richiedere in aeroporto. Nella maggior parte dei casi vi verrà sostituito il bagaglio con uno di pari valore.