In giro per Ghost Town: viaggio on the road tra California e Nevada

Sai cos’è una Ghost Town? Ne hai mai vista una durante i tuoi viaggi negli Stati Uniti? Visitare le Ghost Town americane è una emozione unica che devi provare almeno una volta nella tua vita: on the road tra California e Nevada abbiamo scoperto il fascino del vecchio West, dei saloon, delle miniere e del deserto.

Ghost town Stati Unii



In giro per il deserto della California e del Nevada

Siamo partiti da San Francisco per arrivare a Los Angels, passando per i parchi nazionali della California e per la Death Valley, e sul nostro cammino abbiamo incontrato e visitato alcune delle più famose Ghost Town degli Stati Uniti. Vecchie città minerarie, teatro di storie del vecchio West.

  • Rhyolite, la Ghost Town ai confini con la Death Valley

Subito fuori la Death Valley, nei dintorni della piccola cittadina di Beatty in Nevada, c’è la città fantasma di Rhyolite nella contea di Nye. Nacque come città mineraria agli inizi del 1900 a seguito della corsa all’oro grazie alle miniere di minerali preziosi nei dintorni. Migliaia di cercatori d’oro si riversarono nel piccolo paese che in poco tempo subì pesanti trasformazioni grazie agli investimenti nell’edilizia da parte di imprenditori: corrente elettrica, impianti idrici, linea telefonica, ferrovia, un giornale locale, la scuola, il teatro, svariati saloon, barber shop  e la borsa valori fecero diventare Ryolite una cittadina di oltre 5000 abitanti.

Ben presto i filoni di materiali preziosi iniziarono a terminare, e dopo il 1920 Ryolite divenne una città abbandonata, in seguito utilizzata come attrazione turistica e set cinematografico.

Il commesso del piccolo shop di souvenir della ghost town è l’unico essere vivente a Ryolite.

  • La casa di bottiglie di Tom Kelly

La Tom Kelly Bottle House è una delle attrazioni di della città fantasma di Ryolite. Realizzata con ben 51000 bottiglie donate dai saloon della cittadina, Tom impiegò circa un anno e mezzo per terminarla. Negli anni ’30, ormai abbandonata, Ryolite iniziò ad essere luogo di culto per gli amanti del Vecchio West e destinazione di viaggiatori e turisti.

Ryolite bottle house | Ghost town Nevada

  • Goldwell Open Air museum

Ma Ryolite non è solo la Bottle House, è anche un museo all’aperto realizzato dall’artista belga Albert Szukalski con la sua personalissima rappresentazione dell’Ultima cena (versione poltergeist) che da’ vita al Goldwell Oper Air Museum. Tredici fantasmi, che rappresentano i commensali dell’Ultima Cena e, a poca distanza, un quattordicesimo spettro con tanto di tavolozza che impersonifica Leonardo Da Vinci nell’atto di realizzare l’opera. All’ingresso del museo troverai un’altra opera che ti darà il benvenuto: una pila di scarpe agganciate intorno ad un palo verticale alla quale puoi contribuire anche tu lasciando una tua scarpa!

Ryolite Goldwell oper air museum | Nevada ghost town

Ryolite è una ghost town completamente abbandonata, ma allo stesso tempo un museo a cielo aperto e un luogo dove potrai respirare un’atmosfera magica e avventurosa.

  • Goodsprings e il più antico saloon del Nevada

Subito fuori Las Vegas, sull’autostrada I15 che porta verso Los Angeles, si trova l’antica città mineraria di Goodsprings. L’attuale ghost town nasce verso la fine del 1800, arrivando al suo massimo splendore nel primo decennio del 1900 con un boom di edifici, l’ufficio postale, le scuole e grazie anche alla costruzione della ferrovia.

Oggi vi risiedono poco più di 200 persone, tra cui anche una piccola parte di nativi americani.

  • Il Pioneer Saloon

Goodsprings ospita il Pioneer Saloon che, con i suoi 90 anni, è il più antico saloon del Nevada. Sul Pioneer Saloon si raccontano molte storie di fantasmi, anime erranti delle vittime di duelli tra cowboy per partite di poker finite male, donne contese o regolamenti di conti, considerandolo un luogo infestato seppur ad oggi funzionante e frequentato dai residenti e dai viaggiatori. Infatti, sulle pareti del saloon si possono trovare i buchi delle pallottole.

Il Pioneer Saloon è stato anche la scenografia di molti film hollywoodiani ed ha uno shop che vende articoli dedicati al saloon.

Pioneer Saloon | Goodsprings ghost town

  • Calico e la visita alle miniere

Terza Ghost Town visitata nel nostro on the road tra California e Nevada. Calico è forse la città fantasma più turistica, dove piccole attività commerciali sono nate per intrattenere turisti e visitatori.

Questa volta ci troviamo in California, a poca distanza da San Bernardino nell’area delle Calico Mountains. La città mineraria di Calico nasce nel 1881 con la scoperta di un enorme filone di argento che richiamò centinaia di minatori, e subito dopo di una ulteriore miniera di borace. La cittadina superò dopo breve tempo i 1200 abitanti, e nacquero ben 22 saloon. Quando le miniere furono totalmente svuotate dei giacimenti di argento e borace, i minatori abbandonarono il luogo, e nel 1907 Calico era già una città fantasma.

Calico ghost town | California

Negli anni ’50 però a Calico fu intrapresa un’opera di restauro affinché diventasse un’attrazione turistica. Alcune delle abitazioni sono originali, altre ricostruite: il saloon ora ristorante che serve piatti western, i negozietti di souvenir, l’uffici postale, la caserma dei pompieri, l’ufficio dello sceriffo con la prigione, la scuola e il piccolo museo di Lucy Lane.

  • Le attrazioni di Calico

Oltre agli attori vestiti da cowboy che gironzolano per le vie polverose di Calico, ci sono varie attrazioni interessanti. Noi abbiamo fatto il giro storico sulla Calico Odessa Railroad, il trenino utilizzato dei minatori, visitando il perimetro esterno e scoprendo i vari accessi della miniera.
Ma puoi provare anche l’esperienza antigravità del Mystery Shack, la visita alla Maggie Mine, puoi cercare l’oro con il setaccio, o addirittura provare ad essere seppellito vivo in una bara dopo che dei simpatici cowboy ti hanno fatto bere e sballottato (dovevamo raggiungere Los Angeles e forse non era il caso).

Calico ghost town | California

  • Il vecchio cimitero

A Calico è presente anche il vecchio cimitero. Le lapidi sono sparse in modo casuale, qualcuna manca e molte sono spaccate o senza nomi. Il cancello di ingresso era chiuso solo da un gancio, e noi siamo entrati a lasciare una preghiera alle anime dei minatori, dei cowboy, e delle ballerine dei saloon.

 

Ogni anno si tiene il il Calico Festival, una rivisitazione storica in costume. Nella magica atmosfera da Far West puoi decidere anche di celebrare le tue nozze, basta prenotare e portarsi gli invitati, il prete e gli anelli.

 

Le Ghost Town americane hanno davvero un fascino unico. Puoi rivivere per qualche momento le atmosfere del selvaggio West, con le storie di cowboy, banditi, saloon e ballerine, carovane che attraversano il deserto per arrivare alle vecchie miniere. Non potevamo di certo non visitare quelle sul nostro percorso on the road.

 

Vedi anche...