Dark tourism: i viaggi dal gusto macabro

Se sei un amante dei viaggi ed in più hai il gusto del macabro, ami la suspance e le storie horror, o semplicemente hai voglia di provare emozioni forti, è arrivato per te il dark tourism. Luoghi abbandonati, spettrali, con storie tragiche e sanguinolente, sono le nuove mete per viaggi alternativi. Il viaggio perfetto da fare ad Halloween!



Perché visitare luoghi che fanno paura?

Cosa spinge una persona a visitare luoghi oscuri e spaventosi? Perché il dark tourism sta diventando una moda sempre più in voga e ricercata? Noi pensiamo soprattutto per il senso di proibito che trasmettono luoghi e storie che vanno oltre la nostra percezione di normalità. Il brivido che può dare un viaggio a sfondo horror non ha paragone: esplorare, visitare, vedere e toccare con mano i luoghi dove si sono consumate tragedie ed eventi maledetti ha un fascino oscuro che fa volare la curiosità e la fantasia. Certo, ci vuole coraggio, e a volte una buona dose di incoscienza, ma sappiamo che l’attrazione per il proibito è sempre molto forte. E se addirittura decidi di partire proprio nel periodo di Halloween, le emozioni sono assicurate!

  • Cernobyl e Fukushima, un pericolo ancora reale

Cernobyl, il disastro nucleare avvenuto in Russia nel 1986, è oggi la principale meta del dark tourism: visitare la città fantasma di Pripyat, ancora fortemente contaminata dalle radiazioni, è una esperienza senza eguali. La città, evacuata dopo l’esplosione del reattore nucleare, non è stata mai più abitata, a causa delle radiazioni mortali che la investirono e che ancora oggi hanno livelli di pericolosità altissimi. Il tour costa circa 150€ e parte da Kiev, durante il quale si potrà visitare Pripyat, il reattore numero 4 (a distanza di 300 metri), e la foresta rossa. Il tour è sicuro (o almeno così affermano) e l’unica precauzione richiesta è quella di indossare indumenti che coprano tutto il corpo. Insomma, c’è bisogno di un bel coraggio. Siamo sicuri che questa meta avrà un boom quest’anno, anche grazie alla mini serie sul disastro di Chenobyl di cinque puntate su Sky Atlantic.

Esperienza simile è il tour da fare in Giappone nella località di Fukushima. I reattori della centrale nucleare interruppero la loro funzionalità a seguito del terremoto del Marzo 2011, e i generatori di riserva furono danneggiati dal successivo tsunami, generando esplosioni e rilascio di materiale radioattivo nella vicina città di Okuma. Come per Cernobyl, la zona è stata altamente contaminata dal meltdown dei reattori nucleari, e l’evento è considerato come il secondo disastro nucleare con le conseguenze più catastrofiche. Anche a Fukushima sono nati tour nella zona contaminata: le guide per i visitatori sono gli stessi residenti della zona (i Giapponesi sono famosi per la loro disponibilità) che mostreranno gli effetti dell’esplosione del reattore nucleare, e racconteranno gli eventi che hanno scatenato il disastro e come le città intorno al reattore si stanno pian piano ripopolando. Esiste una zona rossa alla quale non si può accedere e dove le radiazioni risultano ancora pericolose, mentre all’esterno di questa le autorità giapponesi hanno ritenuto che non ci sia pericolo.

  • Luoghi infestati da fantasmi e demoni

Di storie di fantasmi se ne conoscono a centinaia, ma sembra che alcuni luoghi in giro per il mondo siano particolarmente infestati da presenze dell’Altro Mondo. Tra questi troviamo:

  • Il castello di Glamis tra la nebbia delle Highlands scozzesi, vanta l’apparizione di spettri dalle sembianze di streghe, cavalieri in armatura, donne urlanti, e addirittura di un uomo che gioca a scacchi con il diavolo;
  • La casa parrocchiale di Jamtland in Svezia, si racconta che sia infestata dai fantasmi di tre donne velate che fissano il malcapitato durante il sonno;
  • La casa di Amityville a Long Island negli Stati Uniti è una dimora in cui sono accaduti eventi strani, bizzarri e a tratti diabolici dopo il massacro familiare che l’ha resa famosa;
  • La foresta di Aokigahara in Giappone, ai piedi del monte Fuji, è stata teatro di molti suicidi. Secondo gli studiosi dell’occulto, la foresta è dimora di spiriti e demoni, e non è consigliabile perdersi nei suoi sentieri;
  • La Winchester House a San Jose in California, una delle mete imperdibili per i cacciatori di fantasmi americani. Corridoi senza uscite, scalinate che non portano da nessuna parte, la ripetizione del numero 13. Circa cento stanze da visitare;
  • L’isola delle bambole in Messico. La isla de las muñecas, nella periferia messicana, è un luogo abbastanza inquietante dove centinaia di bambole impiccate sono lì penzolanti ad attendere l’impavido visitatore. La macabra collezione appartiene ad un contadino ritiratosi a vita da eremita sull’isola che, dopo aver cercato di salvare inutilmente la vita di una bambina poi annegata, sia impazzito ed abbia iniziato a recuperare bambole sporche e mutilate dai rifiuti, appendendole agli alberi come forma di rispetto verso la bambina morta.
  • Il mostro di Loch Ness, il Chupacabra e lo Yeti

Se invece vuoi andare a caccia di creature leggendarie, ce n’è per tutti i gusti. Dal più classico dinosauro del lago di Loch Ness nelle nebbiose terre scozzesi, al mostro delle terre fredde, lo Yeti, che dicono vivere nascosto tra le vette dell’Himalaya tra Tibet e Nepal, finendo con lo spaventoso Chupacabra che si aggira per i paesi latini attaccando il bestiame degli allevatori. Per ognuna di queste creature esistono tour organizzati appositi che ti porteranno sulle loro tracce. 

  • Area 51

Siamo soli nell’Universo? E se non fossimo soli, qualche altra forma di vita aliena ha già visitato la Terra? Se sei in viaggio in Nevada, stai percorrendo la Route 66, o stai visitando i parchi della California, non puoi perderti una capatina all’Area 51. Situata a circa 150 chilometri da Las Vegas, vicina al piccolissimo villaggio di Rachel, quella all’Area 51 non è una vera e propria visita, in quanto all’area non si può accedere dato che è controllata dall’esercito, ma si può arrivare fino al cancello di ingresso o percorrerne il perimetro, e chissà che tu non riusca ad adocchiare qualche alieno che si nasconde nei paraggi o il volo di qualche navicella extraterrestre!

  • I campi di concentramento nazisti

Una delle pagine più dolorose della storia moderna. Milioni di vittime, esseri umani privati di una qualsiasi umanità, torturati, usati come cavie per esperimenti, uccisi. Visitare uno dei molti campi di concentramento nazisti sparsi per l’Europa è una esperienza forte, dolorosa, estrema, che ti lascerà una ferita profonda e un senso di smarrimento mai provati prima. Può l’uomo fare cose così terribili? Noi abbiamo visitato Auschwitz e Birkenau in Polonia, e IX Fort in Lituania, ed entrambe le volte siamo rimasti con un nodo alla gola. In questi posto conoscerai la storia, quella intrisa di sangue, violenta, disumana.

 

Se hai coraggio e vuoi vivere un viaggio diverso dal solito, queste e altre decine di mete sono lì che ti aspettano per darti emozioni estreme. Continua a seguire il nostro articolo sul dark tourism, troverai sempre novità sui luoghi più spaventosi del pianeta.



Vedi anche...